Prepper.it fa uso di cookies classificati come "strettamente necessari" alla navigazione. Se continuate nella navigazione del sito acconsentite all'utilizzo degli stessi

 

Forum
Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Istruzioni, progetti, esempi di tutto quello che possiamo fare da soli, indipendentemente, con le nostre abilità

ARGOMENTO: come fare una stufa

Re: come fare una stufa 1 Anno 9 Mesi fa #28499

  • Neristan
  • Avatar di Neristan
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 606
  • Ringraziamenti ricevuti 108
packleader ha scritto:
Occhio a una cosa: NON VA USATA IN CASA !!

I residui gassosi sono MOLTO minori rispetto ad un caminetto, ma cmq ci sono, poche ma ci sono...

Dato che da quando sono nato ho stufe in casa, posso dare qualche consiglio:

- le stufe a legna sono ottime per quanto riguarda l'indipendenza, nel senso che funzionano sempre, anche se manca la corrente elettrica; inoltre, reperire legna non è così difficile, e ciò può fare la differenza in caso di emergenza. Se si hanno delle stufe in ghisa (di quelle con ante, per intenderci), fare attenzione che non vi siano crepe o fessure da cui possa uscire il monossido di carbonio (che è letale); se si hanno delle stufe a colonna vecchio modello (molto semplici e poco costose), quando si carica la legna bisogna invece fare attenzione a non danneggiare la pietra refrattaria che si trova all'interno della struttura. Le stufe a legna più moderne (quelle con lo sportello in vetro) sono costruite per essere "a tenuta stagna", quindi in questi casi il rischio di intossicazione è molto più basso. Secondo me, il problema più grande delle stufe a legna è l'obbligo di manutenzione quotidiana per rimuovere le ceneri e il materiale incombusto;

- le stufe a pellet, che tanto vanno di moda in questo periodo, sono ottime per riscaldare in maniera abbastanza uniforme (tramite bocchette d'aria e ventole, oppure con un collegamento all'impianto di riscaldamento dell'acqua) superfici che raggiungono anche qualche centinaio di metri quadrati. Se il pellet è di buona qualità, la stufa avrà un'ottima resa e pochissimi residui (il che vuol dire minima manutenzione e poca fatica nel pulire le ceneri, basta un'aspirapolvere specifica). Anche in questo caso si tratta di stufe "a tenuta stagna". Il problema più grande delle stufe a pellet è che per funzionare necessitano della corrente elettrica, quindi in caso di black out o interruzione delle forniture risultano inutili;

- che si tratti di stufe a legna o di stufe a pellet, la corretta installazione della canna fumaria e la sua manutenzione annuale sono fondamentali! La canna fumaria deve avere il giusto tiraggio, va pulita dai residui di cenere che si accumulano durante i mesi freddi, e il comignolo deve essere sgombro dai nidi d'uccello (o dalla neve d'inverno). Se la canna fumaria è un tubo in metallo, consiglio inoltre di rivestirla con del materiale isolante che impedisca: A) il formarsi di condensa all'interno della stessa; B ) il rischio che travi del tetto o altri parti in legno della casa prendano fuoco.

Le stufe a pellet fanno indubbiamente risparmiare, ma se si temono dei black out prolungati il mio consiglio è di tenere in casa (per chi non ha problemi di spazio) una piccola stufa a legna di riserva, che possa essere installata utilizzando la medesima canna fumaria.

Anche per le piccole stufe di emergenza, come quelle proposte nelle pagine precedenti, vale il discorso del monossido e del biossido di carbonio; queste stufe vanno quindi utilizzate in luoghi ove ci sia un'adeguata areazione.

Neristan
Ultima modifica: 1 Anno 9 Mesi fa da Neristan.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: Alpha

Re: come fare una stufa 1 Anno 9 Mesi fa #28548

  • Alpha
  • Avatar di Alpha
  • OFFLINE
  • Moderatore
  • Messaggi: 1265
  • Ringraziamenti ricevuti 113
Grazie Neristan per gli ottimi consigli!! ;) ;) ;) ;)
Si vis pacem, para bellum

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: come fare una stufa 1 Anno 7 Mesi fa #31074

  • gis
  • Avatar di gis
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 706
  • Ringraziamenti ricevuti 113
Riscaldamento di poca spesa (sembra) ma non conosco l'inglese, qualcuno ha voglia di fare un sunto e una recensione?



www.realfarmacy.com/how-to-heat-your-room-for-15-cents-a-day/
Non si inizi nessun discorso senza mostrare per prima cosa umiltà.
"Io sono ignorante, un pover'uomo", è così che cominciano tutti i discorsi.
"Io non so nulla più di voi che siete seduti intorno a me, ma io vorrei offrirvi il mio umile parere".
(Allen C. Quetone, Kiowa)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

Re: come fare una stufa 1 Anno 7 Mesi fa #31078

  • packleader
  • Avatar di packleader
  • OFFLINE
  • Amministratore
  • Messaggi: 2483
  • Ringraziamenti ricevuti 522
Hmmmm no, spe....
Io non ci scommetto 1 cicca che quel sistema funzioni "davvero". Prima di farci un'articolo o un post bisognerebbe controllare molto bene

La termodinamica non è che ci sta a farsi prendere per il Q.-low...
Un fiammifero che brucia tutto emette circa 1 BTU (per il tempo che brucia). La candelina brucia molto più a lungo ma l'intensità della fiamma nel tempo è la stessa, resta 1 BTU (circa)Se hai 4,6 candeline hai praticamente l'equivalente di 6 BTU (british termal units)
it.wikipedia.org/wiki/British_thermal_unit

Detto questo non puoi, fisicamente, ottenere più BTU di quelli. Non puoi "moltiplicarli" con la terracotta dei vasi, al massimo farla diventare più efficiente, e questo è quello che fanno i vasi: tengono il caldo dove ti serve e non lo fanno salire subito verso il soffitto. Ma è solo questo

Ora... fate il confronto fra un camino acceso e 6 candeline... o guardate il numero di BTU emessi da un sistema di condizionamento (che fa il lavoro inverso dal nostro punto di vista ma sta sempre spostando calore da una parte all'altra)

E questo solo per considerare il calore...

Per la convenienza $$$ non so proprio se convenga, ma non sarei sicurissimo, si tratta sempre di bruciare della roba e la combustione...

Infine c'è il discorso salute: il locale deve essere arieggiato? la paraffina che brucia a lungo andare fa male?

Certo... se è tutto quello che si ha a disposizione... allora...
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: gis, Skybird

Re: come fare una stufa 1 Anno 7 Mesi fa #31089

  • Skybird
  • Avatar di Skybird
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Si vis pacem para bellum
  • Messaggi: 169
  • Ringraziamenti ricevuti 52
packleader ha scritto:
Detto questo non puoi, fisicamente, ottenere più BTU di quelli. Non puoi "moltiplicarli" con la terracotta dei vasi, al massimo farla diventare più efficiente, e questo è quello che fanno i vasi: tengono il caldo dove ti serve e non lo fanno salire subito verso il soffitto. Ma è solo questo

Infatti.
Ogni tanto salta fuori il genio incompreso che ha inventato il moto perpetuo.

Ogni tecnologia ha i suoi pro e i suoi contro. Uno dei pro del web è quello di dare a chiunque la possibilità di comunicare qualsiasi cosa gli passi per la testa a costo quasi nullo. Uno dei contro del web è quello di dare a chiunque la possibilità di comunicare qualsiasi cosa gli passi per la testa a costo quasi nullo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Ringraziano per il messaggio: packleader, Volpone, gis

Re: come fare una stufa 1 Anno 7 Mesi fa #31104

  • gis
  • Avatar di gis
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 706
  • Ringraziamenti ricevuti 113
Grazie delle risposte, il mio problema era solo capire se c'era un principio valido per essere usato in altre circostanze.
Non si inizi nessun discorso senza mostrare per prima cosa umiltà.
"Io sono ignorante, un pover'uomo", è così che cominciano tutti i discorsi.
"Io non so nulla più di voi che siete seduti intorno a me, ma io vorrei offrirvi il mio umile parere".
(Allen C. Quetone, Kiowa)
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
Tempo creazione pagina: 0.217 secondi

Accesso Utenti

Sponsors