Strumenti Utente

Strumenti Sito


radio:pmr

Questa è una vecchia versione del documento!


PMR o PRM446

Il PMR 446 è pensato principalmente per un uso professionale, dove occorre disporre di un semplice servizio radio per comunicare su brevi distanze (interno di edifici, cantieri, manifestazioni sportive, spettacoli, fiere, alberghi, installatori, etc.).

Perché un apparato PMR 446 sia a norma deve:

  • essere un dispositivo portatile (palmare);
  • usare esclusivamente la banda di frequenze 446.0 - 446.1 MHz;
  • funzionare solamente in fonia (FM);
  • avere un'antenna fissa e non sostituibile;
  • non superare i 500 mW ERP di potenza;
  • ed ovviamente essere compatibile con lo standard ETS 300 296.

Il servizio PMR (Private Mobile Radio) 446 nasce dalle decisioni del CEPT (la conferenza delle amministrazioni delle poste e telecomunicazioni europee) che obbligano gli stati membri a:

riservare la banda di frequenze 446.0 - 446.1 MHz per il servizio PMR; esentare le apparecchiature PMR 446 da licenze individuali; permettere la libera circolazione ed uso delle apparecchiature PMR 446 conformi agli standard tecnici europei ETS 300 296.

In Italia l'uso ricade nel regime di “autorizzazione generale d'uso” (DPR 447/01, art. 5 e D.L. 15/9/2003 “Codice delle Comunicazioni elettroniche”) e richiede il rilascio dell'autorizzazione e il versamento di un modesto canone annuo, pari a 12 euro, che è indipendente dal numero degli apparati posseduti.

L'uso di microfoni esterni (compresi i tipi VOX), cuffie, auricolari, altoparlanti esterni, alimentatori a rete è liberamente permesso, purché il loro uso non cambi le caratteristiche d'omologazione della radio.

La banda di frequenze a disposizione è suddivisa in 8 canali simplex da 12.5 kHz, le cui frequenze sono state armonizzate per l'uso in tutta Europa. Le frequenze centrali dei canali sono le seguenti:

radio/pmr.1434117283.txt.gz · Ultima modifica: 2015/06/12 15:54 da pack