Prepper.it fa uso di cookies classificati come "strettamente necessari" alla navigazione. Se continuate nella navigazione del sito acconsentite all'utilizzo degli stessi

 

Economia

In un articolo di Reuters del 20 luglio 2017, apprendiamo una notizia allarmante riguardo ai nostri soldi in banca. L'articolo infatti rivela che gli stati della UE starebbero valutando di poter bloccare, o limitare fortemente, i conti correnti delle bance in difficoltà per limitare al fuga di capitali e salvare la banca, a scapito del correntista.

 

 La proposta

Sarebbe emersa durante il vertice di Tallin del 13 luglio, circostanza in cui si è anche venuto a scoprire che la proposta era già allordine del giorno dall'inizio del 2017. Ma è solo ora che questa proposta è stata dichiarata "fattibile".
Lo scopo dichiarato è quello di rendere inutile la corsa agli sportelli: se la banca è in difficoltà ed è chiamata a restituire prestiti ha bisogno di liquidità, per evitare che questa gli venga a mancare si propone di congelare i conti correnti o di imporre delle limitazioni ai prelievi.

Sebbene non tutti gli stati membri si siano dichiarati favorevoli, la proposta è tutt'ora in fase di discussione e non è stata scartata ne eliminata. Quello che preoccupa è che questa disposizione va ad affiancare e rafforzare quella già passata per il bail-in, che va direttamente ad attingere ai conti oltre i 100.000 euro. Ma questa nuova proposta si applicherebbe a qualsiasi conto corrente, a prescindere dal saldo.

 

I precedenti

Abbiamo già visto succedere cose simili in Argentina, Grecia e Cipro. La tentazione di prendere i soldi facili dove sono non è una novità [1][2].

L'impatto che queste misure ha avuto sulla popolazione sono stati devastanti, ma oramai èchiara la lista delle priorità di chi fa queste leggi. Il risultato è stato quello di vedere scene di lunghe code agli sportelli e ai bancomat, famiglie prive dei contanti necessari per fare la spesa e un avvitamento in negativo dell'economia dell'intero paese.

 

Le contromisure

Fortunatamente queste leggi sono ancora lontane dall'essere fatte, è quindi presto per suggerire azioni preventive non sapendo i dettagli. Interessante vedere come la comunità delle criptovalute si sta muovendo attorno a questo argomento (i bitcoin non si possono ne bloccare ne requisire), ma per tutti quelli che preferiscono strategie più semplici restano sempre validi i suggerimenti di non lasciare sul conto corrente grosse somme, e di puntare sulle scorte, di frazionare i propri depositi di valori il più possibile

 

Links:

Accesso Utenti

Sponsors

 

 

minervae3dlab

BugOut2.it

MTB

MioGadget

milstore2000