Prepper.it fa uso di cookies classificati come "strettamente necessari" alla navigazione. Se continuate nella navigazione del sito acconsentite all'utilizzo degli stessi

 

Eventi

E anche questa volta il Prepper Fest è passato e ha lasciato una schiera di partecipanti sorridenti che hanno portato a casa qualche esperienza in più, trucchi e metodi sconosciuti e un buon ripasso delle capacità fondamentali (che non fa mai male).
Ma cosa abbiamo fatto ? quali erano le sorprese? Ecco cosa vi siete persi se, per vostra sfortuna, non c'eravate.


Mettersi alla prova

Il filo conduttore dell'evento è stato quello di mettersi alla prova e di "provare davvero". Per questo durante la due giorni ci sono stati  momenti di verifica, soprattutto fatti a sorpresa, per verificare le proprie capacità.

Tra questi intermezzi di primo soccorso totalmente a sorpresa, durante i quali un figurante recitava al meglio la parte simulando un dolore, malanno, soffocamento o quant'altro. I presenti erano invitati ad intervenire e fare del loro meglio. Solo successivamente gli istruttori (personale della CRI) interveniva per segnalare le azioni corrette e quelle sbagliate,  e per dare un quadro completo di come deve avvenire un corretto intervento per quel tipo di scenario.

Daniele dal Canto ha tenuto la mattina di sabato una lezione sui nodi ed il loro impiego nella costruzione di ripari di fortuna. Questa materia è stata particolarmente apprezzata da chi, volutamente, non ha portato la tenda e ha provato a fare da sé in altro modo.

20170618 PrepperFest 7

Per la parte di Urban Survival e Psicologia, Vincenzo Nigro ha tenuto una relazione/conferenza sui fatti avvenuti di recente a Torino in cui era presente in veste di soccorritore: come sempre un'analisi approfondita ed un dibattito sono subito scaturiti perchè i prepper amano confrontare le proprie esperienze ed immedesimarsi per fare tesoro di quanto viene condiviso.

20170618 PrepperFest 4

Una parte più ludica è stata quella tenuta dai ragazzi di Milstore2000 che ci hanno presentato alcune novità nel campo delle ASG ed hanno allestito per noi una gara di tiro a segno con pistole a CO2. In palio un neck knife messo a disposizione da Simone Tonolli della ST-Knives !!

20170618 PrepperFest 5

La cena in compagnia è sicuramente uno dei momenti più apprezzati per la convivialità e le sintonie ed affinità che si creano nel gruppo. I piatti che uscivano dalla piastra, scorreva birra e si chiacchierava di coltelli,  con Alex Wander che ha mostrato parte del campionario tornato dal tour in USA e ha spiegato tutte le fasi della lavorazione artigianale.

20170618 PrepperFest 0

Ma il momento più intenso... è venuto dopo, e anche in questo caso, a sorpresa:

I presenti più temerari sono stati coinvolti in un gioco di simulazione notturna durata dalle 23.00 alle 03.00. La simulazione comprendeva l'esfiltrazione in silenzio dal campo, la navigazione con bussola e mappa fino ad un punto prestabilito nei boschi con il minimo uso possibile di torce o altro tipo di luce artificiale. Il percorso di circa 1Km era segnalato solo con 2 cyalume in due punti del percorso. L'arrivo era segnalato da una luce strobo da sub, sotto di essa era nascosta un sacca con SoftAir-guns: neppure il tempo di leggere le istruzioni sul perimetro da difendere che dal bosco buio proveniano le grida del gruppo di assaltatori (istruttori della Young Survival)...

Riprendersi domenica mattina non è stato facile, ma ne è valsa la pena per partecipare al Mercatino di Minervae3D e alla lezione successiva.
Kyt Walken infatti ci ha... insegnato ad usare gli occhi (avete presente la scena di Matrix in cui Morpheus dice "non li hai mai usati"? La sensazione è stata più o meno la stessa). Ha infatti tenuto per noi una dimostrazione di Tracking (con la A), ovvero seguire le tracce secondo le scuole americane "Enhanced Tracking Applications" di JC Nash e "Hull's Tracking School" di Mike Hull, e ci ha dimostrato quante preziose informazioni ci sono nell'ambiente intorno a noi di cui non ci accorgiamo. Un'altra fantastica skill che potrebbe completare le competenze di un prepper e di un survivalist.

L'intero evento è stato sicuramente un'esperienza dall'altro valore formativo, ma anche l'aspetto umano è stato prezioso. Non solo si respirava un'aria di forte comunità e unione tra i partecipanti, ma la festa è stata allietata anche dalla presenza di alcune famiglie con i bambini che scorrazzavano liberi nell'area attorno a noi.

20170618 PrepperFest 3

Insomma... Il Prepper Fest se n'è andato, e come ogni volta, immancabilmente è arrivata più volte la domanda: "Ma il prossimo? quando lo facciamo?". Purtroppo è troppo presto, ancora non si sa, ma questa domanda ci conferma che la voglia è rimasta e quindi non potremo deludere tutto quelli che ci tengono.
Anche perchè... Al Prepper Fest se c'eri te lo ricordi, se non c'eri conti i giorni per il prossimo.

 I nostri ringraziamenti

Vanno (in ordine rigorosamente sparso) a tutti quelli che hanno contribuito a rendere questo evento speciale:

  • Daniele dal Canto
  • Vincenzo Nigro
  • Marco Rovati
  • Kyt Walken
  • Alex Wander
  • la Young Survival (Gialuigi Minzon e i suoi istruttori)
  • Milstore2000
  • Simone Tonolli
  • Minervae3DLab
  • ... e a tutti coloro che sono venuti ed hanno impreziosito il nostro raduno

Accesso Utenti

Sponsors

 

 

minervae3dlab

BugOut2.it

AXEM40

MioGadget

milstore2000